Orazio Labbate – Stelle ossee

Titolo: Stelle ossee

Autore: Orazio Labbate

Editore: LiberAria Editrice

Anno: 2017

Pagine: 104

Prezzo: € 10,00

“Sto per aprire la porta del bagno e nel frattempo penso: “Chissà cosa ne farebbe di me la malinconia se lei non ci fosse. Se il Diavolo andasse via.” Entro e do un bacio alla mia ragazza e la luce è accesa. “La malinconia mi incatenerebbe per sempre nel  buio della mia camera.””

Entrare nel mondo scaturito dalla fantasia di Orazio Labbate equivale a varcare la soglia che separa la rassicurante realtà del nostro vivere quotidiano da un universo crepuscolare e dal retrogusto gotico, in cui le certezze dell’uomo vengono spazzate via, la lucentezza della vita si incrocia inestricabilmente con l’oscurità della morte e la solitudine e l’inquietudine esistenziale aleggiano nell’aria come predatori famelici. Le 17 novelle nere che compongono “Stelle ossee” rappresentano uno sguardo attento e implacabile che viviseziona la coscienza dell’uomo comune, intrecciando la consuetudine di vite ordinarie con l’arcano e l’imperscrutabile.

I racconti di Labbate trovano il loro compimento tra gli Stati Uniti e l’Italia, in particolare la Sicilia e la sua Butera, dando così un respiro internazionale alle storie narrate, che rimangono però sempre ben ancorate alle tradizioni e alle leggende del Sud Italia. La sua scrittura ricercata e immaginifica sa creare atmosfere suggestive, circondando il lettore in un abbraccio dalle tinte fosche e lasciandolo disorientato. Un’eleganza e un’accuratezza che a tratti mi hanno ricordato un grande maestro del racconto nero americano come Thomas Ligotti. Le tematiche affrontate da Labbate partono dal filo rosso che contraddistingue gran parte della narrativa di genere e non, ossia la morte, non solo per quanto riguarda l’aspetto fisico ma anche in senso simbolico, per poi spaziare a ciò che contraddistingue da sempre l’inconscio di ogni essere umano. Così ritroviamo disseminati nelle storie dell’autore siciliano la ricerca speranzosa di Dio, la semplicità degli affetti familiari, il dolore straziante e insopportabile di un amore giunto ormai al capolinea, l’infanzia e la vecchiaia, che si tramutano in due fasi distinte ma complementari nella vita di un uomo. Sfogliando le pagine ci imbattiamo in uno scenario post apocalittico in cui un uomo è incapace di lasciare andare la donna amata ormai perduta (“Un innamorato nell’Apocalisse“), due orfani che bruciano anime per poter incontrare nuovamente i propri genitori (“Case incendiate“) o il tenero e struggente rapporto di un nonno con il proprio nipote (“L’asino di notte“). Ma più leggiamo e più ne vorremmo ancora, così continuando sul sentiero senza luce tracciato da Labbate, ci troviamo di fronte a un uomo che si nutre di ombre (“L’ombra della neve“), al ritorno alla paure e ai timori dell’infanzia (“Luce accesa“) e a un’intensa e toccante riflessione sull’amore (“Il divano“). La raccolta si chiude poi con una storia di immigrazione rappresentata dal viaggio di un siciliano verso l’America, la scoperta di New York, l’inizio di una nuova vita, un addio al proprio passato e un giuramento a se stesso da mantenere (“La Madonna verde“). Una storia che rappresenta alla perfezione la sintesi tra l’ambientazione americana ed il folclore del Sud Italia, dicotomia che caratterizza la narrativa di Labbate, ma che sa fondersi in un’amalgama unica e originale.

Stelle ossee” è una raccolta per chi non ha paura di osare addentrarsi in un linguaggio ricco e fascinoso, intraprendendo un viaggio onirico che si snoda in 17 tappe poetiche e tenebrose. Con un linguaggio mai scontato, che fa della raffinatezza un tratto distintivo, Labbate inventa un nuovo gotico italiano, che rivolge uno sguardo ai grandi narratori d’oltreoceano, riuscendo però a mantenere una sua personalità distintiva. “Stelle ossee” è la conferma che la short story è una forma narrativa che in Italia può regalare grandi soddisfazioni e intense emozioni.

Voto: 4/5

Mr. P.

Annunci

Un pensiero su “Orazio Labbate – Stelle ossee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...